Archive for the ‘Progressive’ category

Disaster Week Festival 2009

28 ottobre 2009

dwf

“ciao azzuuuuu! ti lascio un link dove scaricare una compilation delle bands che suoneranno al sartea nel DISASTER WEEK FESTIVAL in arrivo
www.odbooking.it/download/DWFcompilation.zip
condividila pure con gli amici che possono apprezzare 😉 “

Il messaggio è incollato alla bacheca di Facebook, sono le nove e qualcosa e ho appena finito di cenare, con addosso un mezzo bicchiere di troppo. Leggo Disaster e penso: perfetto. (altro…)

Intrigo Rock 2009 (Quarta Edizione)

7 giugno 2009
Volantino Intrigo Rock 2009

Intrigo Rock 2009 si terrà venerdì 26 Giugno 2009 nell’ambito dell’Antica Sagra di San Piero a San Pietro Intrigogna (VI).

(altro…)

ANNO 2008: classifiche non-scientifiche by profMau

18 gennaio 2009

I 30 MIGLIORI ALBUM DELL’ANNO, con breve commento.
1. Black Mountain – In the future > settanta, led zeppelin, collettivo
2. White Denim – Workout Holiday > diretto, sporco, divertente
3. Sigur Rós – Með suð í eyrum við spilum endalaust > poesia, sinfonia, lalalalala
4. Late of the pier – Fantasy black channel > folle, ottanta, ilare
5. Have a nice life – Deathconsciousness > imponente, oscuro, polveroso
6. Port O’ Brien – All we could do was sing > schitarrato, scanzonato, piovoso
7. Notwist – The devil, you + me > krauto, sognante, viaggio
8. Bonnie Prince Billy – Lie down in the light > classico, emotivo,
9. Portishead – 3 > perforante, ruvido, essenziale
10. The Raconteurs – Consolers of the lonely > riff, distorto, r’n’r (altro…)

Absenthia + Hypnotheticall – Live @ Theater (29/11/2008 @ “Barchessa” – Oratorio di Dueville)

4 dicembre 2008

  • Live @ Theater 2008

Sabato sera si è svolto uno dei concerti organizzati dallO.S. Music Project (http://www.myspace.com/osmusic_project) presso la “Barchessa”, Oratorio di Dueville (Piazza Monza). Sul palco si sono avvicendati Hypnotheticall e Absenthia in una serata denominata “Live at the Theater 2008“. Interessante, direte? CERTAMENTE, se aggiungo che i prezzi del bar annesso erano senza dubbio “popolari” e che l’INGRESSO ERA GRATUITO!!!
Il sottoscritto c’era e di seguito cercherà di raccontarvi la serata.

(altro…)

Cover Piano & Voce – Lateralus (Tool)

3 dicembre 2008

Non ho potuto resistere alla tentazione di condividere con tutti voi questo video che un amico (nonché testimone di nozze… no, non è mikyjpeg) mi ha segnalato:

(altro…)

Addio per sempre, Richard Wright

15 settembre 2008

Quando qualche minuto fa, in un forum, ho letto la notizia della dipartirta, dopo lunga e spietata malattia, di Richard, confesso che la commozione mi ha completamente avvolto. Anche le parole per scrivere questo breve epitaffio sono difficili da trovare.
Tutti noi (e con quel “NOI” sto pensando proprio a “QUEI NOI” di Wall of Sound), siamo stati toccati dalla musica dei Pink Floyd, ci siamo dovuti confrontare con i loro album capisaldi, siamo cresciuti insieme con Wish You Were Here, The Wall, Dark Side of the Moon e gli altri capolavori del gruppo inglese. La partenza del tastierista Richard Wright, insieme a Nick Mason uno dei due Floyd “silenziosi”, fuga le ormai pochissime opportunità di reunion dei 4.
Ora non ci resta che rituffarci nelle note, splendide, bellissime, delle sue tastiere, che hanno impreziosito tantissimi classici floydiani.
Vi lascio con la musica della quasi beatlesiana Summer ’68 dall’album Atom Earth Mother, profondamente amato dallo scrivente. La canzone è una di quelle interamente composte da Wright. La sua melodia malinconica non riesce, di nuovo, a trattenermi da un piccolo e flebile singhiozzo di tristezza.
Ciao Richard, ci mancherai. Tanto.

Black Mountain live @ Interzona VERONA 28-05-08

1 giugno 2008

Black Mountain

Ad inizio di quest’anno era uscito uno di quegli album che, miracolosamente, tengono in vita un certo modo di fare rock che appartiene inequivocabilmente al passato. In the Future dei canadesi Black Mountain ti fa rivivere pienamente alcune atmosfere tipiche del rock storico degli anni 70, pur facendoti ben presente che a suonare sono ragazzi poco più che ventenni che utilizzano una strumentazione che è si classica, ma con abbondanti spruzzate di sintetizzatori e ritmiche campionate. Scendere a patti con sonorità e stilemi passati pur risultando freschi ed originali è una sfida che la band di Vancouver ha saputo cogliere e vincere in maniera splendida. Mercoledì 28 maggio si sono esibiti all’Interzona di Verona: il gruppo ha all’attivo un paio di dischi da studio, più una serie di progetti collaterali portati avanti da alcuni membri della band (il più attivo è il fondatore, autore, chitarrista e voce leader del gruppo, Stephen McBean). (altro…)