La musica italiana respira ancora: Jovanotti, Baustelle, Linea 77, OfflagaDiscoPax

Un rantolo d’ossigeno rubato ha inaugurato l’inizio 2008, dando un po’ di vita alla scena musicale tricolore… Tra fine gennaio e inizio febbraio sono usciti quattro dischi più o meno apprezzabili, niente di nuovissimo…ma insomma ci si può accontentare… Riuscirò a superare il trauma di Sanremo anche quest’anno, rifugiandomi in questi ascolti: in ordine cronologico Lorenzo Cherubini alias Jovanotti con Safari, i Baustelle con Amen e in contemporanea i Linea 77 con Horror Vacui e gli Offlaga Disco Pax con Bachelite.

18 gennaio 2008: Lorenzo Cherubini alias Jovanotti, Safari
safari.jpg
Anticipato da un singolo, Fango, che ha davvero stupito e di cui ho già parlato, la nuova uscita di Lorenzo si lascia di certo ascoltare; io ci sento sempre il tocco geniale di Saturnino che dona varietà ed originalità agli arrangiamenti; sempre più curati i concetti e i testi, a tratti mettendo anche da parte la ricerca del ritornello melodico banale…Certo, qualche canzone si poteva evitare secondo me: le ballate romantiche A te e Come musica sono decisamente trite, un po’ meglio Innamorato…Mi acchiappa un sacco la soluzione con l’intarsio di fisarmonica in Dove ho visto te, la mia canzone preferita dell’album; mi stuzzica il ritmo di Punto; sparsi qua e là si fanno apprezzare soprattutto i pensieri che sbucano qua e là, le letture gli ascolti digeriti, l’umanità di questo musicista italiano che merita gran rispetto. degna di menzione anche la soluzione di vendita del disco anche in mp3 con chiave da 1GB incorporata e dipinta in tema. Dal vivo a Rimini il 10 maggio, il 29 e 30 dello stesso mese a Milano.
3

1 febbraio 2008: Baustelle, Amen
cover_amen_300.jpg
Dopo il capolavoro La Malavita era dura reggere il confronto, e questo Amen ha vinto la sfida giocando la carta del coraggio: c’è un’evoluzione musicale innegabile e anche spiazzante, un sound sempre più pieno e complesso; anche il tema ricorrente del confronto ad ampio raggio col sistema religioso. Strizza l’occhio sempre un atteggiamento fascinoso che trasuda dalle due vocalità, maschile e femminile, che si alternano ormai quasi alla pari. Mi seduce Baudelaire, davvero tanto, continua a non piacermi il singolo Charlie fa il surf, che prima dell’uscita del disco mi aveva fatto temere il peggio. Un disco che si fa tanto cantare…da L ad Antropophagus a Il liberismo ha i giorni contati… Dal vivo al Maxlive a Costabissara il primo marzo.
4

8 febbraio 2008: Linea 77, Horror Vacui
linea77_horrorvacui.gif
Questi torinesi che vanno a registrare il loro disco più cantato in italiano a Los Angeles…forti però eh…han calcato i prestigiosi Skip Saylor Studios, prodotti da Toby Wright (Korn, Alice in Chains e Slayer). Considero un difetto il tocco commerciale un po’ emo, ma sotto gli arrangiamenti sono secchi e pieni, efficaci, soprattutto nelle canzoni in inglese…Pregio notevole un singolo, Il Mostro, con un video fortissimo, girato in una vecchia palazzina di uffici, un ritornello irresistibile che ti fa battere le mani su un ritmo in controtempo. Non è poco. Dal vivo all’Estragon a Bologna il primo marzo, al New Age di Roncade (TV) l’8 marzo.
3 e 1/2

8 febbraio 2008: Offlaga Disco Pax, Bachelite
bachelite.jpg
L’ho atteso tanto questo disco, e pensavo: si ripeteranno identici o sperimenteranno? Ho ascoltato famelico: le basi risentono di un lavoro decisamente più ricco ed elaborato del precedente, con aiuti notevoli e spunti davvero interessanti (I Giardini di Miro non sono un aiuto da poco); la voce sempre quella è, come poteva mai cambiare? Max Collini è unico. Le sue storie di periferia e sogni intrigano e divertono sempre un sacco Devo ammettere però che speravo in qualche guizzo geniale e originale, che manca eh. Cioccolato I.A.C.P. il pezzo migliore per me. Dal vivo a Verona all’Interzona dopodomani 23 febbraio.
3

Annunci
Explore posts in the same categories: Dischi, Italiana, Metal, Pop, profMau, Recensioni, Rock

Tag: , , , , , , , ,

Responses are currently closed, but you can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

3 commenti su “La musica italiana respira ancora: Jovanotti, Baustelle, Linea 77, OfflagaDiscoPax”

  1. Luca Says:

    I Baustelle continuano a sorprendermi. Ma quant’è bello quell’album? Evviva i Baustelle.


  2. […] 19 giugno – Baustelle, Grimoon Venerdì 20 giugno – Africa Unite, SkaJ Sabato 21 giugno – Reworms’ […]

  3. mikyjpeg Says:

    Ci siamo trasferiti! Commenta sul nuovo sito


I commenti sono chiusi.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: