Sempre meglio dimenticare le mutande piuttosto che la canzone giusta!

In questi giorni i piedi di molti di noi si stanno sollevando dalla terra polverosa. Il sole chiama al viaggio, e l’umore a qualcuno lievita ad altri si contorce.
Io domani sera parto per un lungo viaggio che mi porterà fino al tacco d’Italia, solito stile: poca compagnia ma buona, macchina e tenda, pochi programmi.
Ora, momento cruciale: carico il lettore mp3 da collegare all’autoradio. L’intenzione iniziale di seguire un criterio naufraga presto, mi lascio andare all’istinto e speriamo di non avere rimpianti…

Cominciamo bene, il primo disco che mi viene in mente non posso neppure nominarlo che non è ancora uscito… infatti lo porto per ascoltarlo; per lo stesso motivo Beyond dei Dinosaur Jr e La Finestra dei Negramaro (e poi vado nella loro terra). At the end of paths taken dei Cowboy Junkies perchè s’accorda al mezzo di trasporto. In the absence of truth degli Isis per la notte. Il live Incontrolable degli Ska-P per la compagnia (e per star svegli al volante). KId A dei Radiohead per pensare (mentre gli altri dormono?). Neon Golden dei Notwist per amore. Sound of Silver degli LCD Soundsystem per ballare. Il disco degli Elderberries perchè senza rock non si può respirare. Gli Offlaga Disco Pax per ricordarci che siamo un po’ tutti emiliani dentro. A ghost is born dei Wilco solo perchè è bellissimo. E per completare questa accozzaglia di diversità musicali una cartella di varie canzoni, dai Distillers ai Mercanti di Liquore, Da Mas Que Nada ai Nomadi…

E tutto questo perchè… Sempre meglio dimenticare le mutande piuttosto che la canzone giusta!

N.B.1 Alcune assenze eclatanti sono dovute alla necessità di non sovrappormi alle playlist degli altri compagni di viaggio…
N.B.2 Oh nessuno dimentichi la discografia completa di CCCP, CSI e PGR eh!
N.B.3 Se qualcuno ha voglia di mettere la sua playlist delle vacanze la commenti sotto qui! (e sinceri eh!)

Annunci
Explore posts in the same categories: Pensieri e parole, profMau

One Comment su “Sempre meglio dimenticare le mutande piuttosto che la canzone giusta!”

  1. codadilupo81 Says:

    Hai proprio ragione caro Mauruzzo.Siamo in partenza!Anch’io come tanti altri sto per prendere in mano la valigia e partirmene da qui.Quest’anno realizzerò il sogno di una vita e andrò in Irlanda, a Galway precisamente, sulla costa ovest.La musica oltre a trovarla “in loco” (mi sembrava di aver letto che c’è il festival della musica folk la settimana prossima a Galway) ovviamente mi seguirà anche in questa trasferta.
    Purtroppo non avendo mp3 dovrò portarmi il mitico lettore cd e inevitabilmente fare una cernita.Ma direi che Faber e Neil sono già sull’aereo!Per gli altri deciderò domenica prima di partire..


I commenti sono chiusi.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: