Concerto Primo Maggio 2007

Dal sito del concerto del Primo Maggio 2007: “La XVII edizione del Concerto del 1 Maggio è ormai alle porte, il palco è pronto e l’allestimento in piazza sta per essere ultimato. Il Concerto, dedicato ai 50 anni del rock’n’roll, sarà condotto da Paolo Rossi con Claudia Gerini e Andrea Rivera. Questo il cast (quasi) definitivo che, a partire dalle 15:15, con l’anteprima dedicata a Primo Maggio Tutto l’Anno, riempirà di musica piazza San Giovanni fino a mezzanotte: Africa Unite, Afterhours, Après la Classe, Avion Travel, Enzo Avitabile con Khaled, Bandabardò, Loredana Bertè, Blues Willies, Casino Royale, Carmen Consoli, Tullio De Piscopo, Irene Grandi, Le Vibrazioni, Modena City Ramblers, Nomadi, Mauro Pagani Band, Piotta con Enrico Capuano, Pfm, Daniele Silvestri, Riccardo Sinigallia, Tetes De Bois, Tiromancino, Velvet, Verdena; Ospite internazionale Chuck Berry, il padre del rock’n’roll, mentre nell’anteprima dedicata a Primo Maggio Tutto l’Anno, si esibirà la band emergente inglese degli Audio Runway. Il Concerto sarà trasmesso in diretta su Rai Tre.”
Impressioni sparse a caldo: ripetitivo ripetitivo ripetitivo…Mi pare che i nomi siano sempre quelli, per carità vari apprezzabili, ma sempre quelli. Ascolto volentieri il folkrock italiano: la Bandabardò fa sempre ballare, come gli Après la Classe e gli Africa Unite, ma i Modena City Ramblers dai sono finiti ormai…mi piacerebbe sentire qualcosa di nuovo anche in questo genere, come i Riserva Moac dell’anno scorso…non i seppur rispettabilissimi Nomadi. La PFM quantomeno regalerà qualità, come Pagani e la Consoli penso, gli Afterhours se non se la tirassero tanto (Ballate per piccole iene mi piace sempre di più), i Tiromancino se non facessero dormire alla lunga; sui Verdena ho buone aspettative, mi ha colpito inaspettatamente per spessore l’ultimo disco, Requiem; buone attese anche da Silvestri che con la sua qualità sorniona sta pure vendendo un casino; stendiamo un velo pietoso sul senso di invitare la Bertè, Enzo Avitabile e gli Avion Travel (senza disprezzarli) ad una vetrina che dovrebbe dare spazio al nuovo.
Quanto al rock’n’roll, su Chuck Berry non ho nulla da ridire, certo però che a sto punto penso sarebbe quasi l’unico che potrebbe sorprendermi, e 1. c’ha quasi ottantunanni 2. è l’unico non italiano!
Un minuto di silenzio e riflessione…e ora spazio ai commenti!

Annunci
Explore posts in the same categories: Concerti, Estera, Italiana, profMau

20 commenti su “Concerto Primo Maggio 2007”

  1. Interdonatos Says:

    cioè la Pfm e Mauro Pagani sì, Avion Travel e Enzo Avitabile no? In che modo lo distingui il nuovo dal vecchio? O_O

  2. profmau Says:

    Su questo hai ragione, anche la PFM e Pagani rientrano nell’ironia sulla “giovinezza” della rassegna, però non riesco a parlarne male, quando suonano non dimostrano la loro età…

  3. mikyjpeg Says:

    Chuck Berry è per il rock la cosa più vicina a DIO.
    😉
    A parte quello… ben detto, le solite cose. Quando troveranno qualcosa di nuovo? Comunque per il discorso stranieri non saprei, una volta tanto sono favorevole ad avere solo italiani. Per il contesto ed il senso della manifestazione.

    Altrimenti vorrei John Mayer!!!
    eheheh
    OffTopic: ora li ho tutti più un bootleg. Mi manca solo il dvd. E adoro quest’uomo. La mia grande scoperta del 2007!

  4. profmau Says:

    E allora, com’è stato? Io ero in montagna ieri…

  5. Negro Says:

    Da quel poco che ho visto, è stato davvero piccola cosa. Ripetitivo, retorico, direi quasi morto. La Gerini era insopportabile, Paolo Rossi ormai non fa più ridere, ma sorridere, e non è buon segno, per un comico. Salvo i sempre ottimi Afterhours che stavolta ci hanno regalato “Dentro Marylin” e i suoi brividi, purtroppo mi son perso la PFM e la Consoli. Non male, ma nemmeno niente di speciale, i Tiromancino.

  6. mikyjpeg Says:

    Quel poco che ho visto non m’è piaciuto molto. Musica blanda, poco coinvolgente, al limite del casereccio. Ma ripeto, non ho visto molto. Per le note esterne alla musica vi rimando al mio blog

  7. markus14 Says:

    Beh, quel poco di musicale che ho visto io m’è piaciuto. Oddio, mi è piaciuta più la scelta che in sè che l’esecuzione, peraltro raffazzonata e vocalmente mai all’altezza…si tratta dell’esibizione di Mauro Pagani con gli Afterhours (e forse qualcuno delle Vibrazioni): si sono cimentati in una carrellata di cover del rock dai King Crimson (bella la scelta di 21st Century Schizoid Man) a Purple Haze di Hendrix, The Long and Winding Road (Beatles), Honky Tonk Women (mitici Stones), Forever Young (Dylan) per concludere ancora coi Rolling Stones e i Free (All Right Now). Pagani completamente sfiatato, Agnelli (leader degli Afterhours) ancora peggio (e si che è anche più giovane). Bella la scelta più che l’esecuzione in sè. Poi il redivivo Chuck Berry, pescato chissà da quale loculo dentro il quale lo si pensava riposare per l’eternità da anni, che sul palco sembra anche più vispo di ogni qualsivoglia rosea aspettativa…carina la rivisitazione della Malarazza (di recente anche nell’album di Ginevra Di Marco) anche da parte della Consoli…

  8. flolex Says:

    Io non ho visto moltissimo….

    …ma quel poco che ho visto non è piaciuto molto nemmeno a me…

  9. fant0mas Says:

    Tralasciando la conduzione davvero pessima e fuoriluogo e alcuni gruppi che personalmente mi hanno un pò stancato, perchè ogni anno sono lì e campano di rendita (Bandabardò e MCR) producendo nuovo materiale a mio avviso scadente, devo ammettere che quest’anno sono riuscito a seguirlo più degli anni scorsi. Sarà che aspettavo Chuck Berry con ansia, aspettavo anche gli Afterhours e purtroppo ho perso la PFM, ma anche altri artisti non sono stati poi così “pallosi” come al solito. Merito va sicuramente alla celebrazione del rock che ha portato molti artisti a eseguire cover che hanno spezzato con il loro repertorio ripetitivo (Daniele Silvestri, Tiromancino). Un appunto per i grandissimi Casino Royale che dopo anni sono ancora qui e hanno davvero le palle di rinnovarsi sempre. Non mi sono mai aspettato molto dalle ultime edizioni del concerto, forse per questo non mi ha deluso particolarmente.

  10. Daniele Says:

    Non sarei tanto critico con Bandabardò e Modena City Ramblers. Innanzitutto prima di parlare dovreste conoscere meglio le cose. Quando dite “i MCR campano di rendita”. Vi ricordo che i Modena fanno mediamente un disco ogni 2 anni, con un tour di più di 100 date all’anno. Poi cosa ci guadagnano ad andare al primo Maggio? Ci vanno perchè credono nei valori che portano in giro per l’Italia! Che poi il nuovo progetto sia diverso sono d’accordo, ma da qui a dirmi che sono finiti, ce ne vuole. Dudu e Betty hanno portato cose peggiori e cose migliori, ma la Grande Famiglia è più viva che mai e ultimamente l’energia sprigionata dal gruppo è cresciuta in modo esponenziale. Credetemi, i Modena hanno ancora molto da dire, e ve lo dimostreranno!

  11. fant0mas Says:

    @Daniele
    forse non sarò un amante del folk in generale e ammetto di non conoscere bene le cose come un appassionato, ma se invece citiamo la bandabardò che per anni ha suonato in qualsiasi piazza d’Italia gratuitamente e ora, che a detta di molti sono qualitativamente scesi, ogni concerto glielo devi pagare non meno di 10 euro. Questo è un atteggiamento da popstar, non da gruppo folk e dico che campano di rendita perchè cercano di avere ancora l’immagine di un gruppo che non sono più. Per quanto riguarda i MCR ne so un pò meno, ma ascoltando i parareri di chi li segue, hanno avuto un calo anche loro.

  12. mikyjpeg Says:

    Non vedo quale sia il problema di farsi pagare per suonare. Da musicista mi sembra giusto. Poi uno può comunque scegliere quando suonare aggratis o meno ma non vedo perchè se uno si fa pagare diventi automaticamente popstar. Secondo me è una falsa equazione quella che folk=povero, popolare e gratuito. I gruppi folk si fanno pagare tanto quanto. E se hanno seguito mi pare pure giusto. Se poi non piacciono basta non sentirli e quindi non pagare.

  13. fant0mas Says:

    @mikyjpeg
    non c’è nessun problema a guadagnare denaro con la musica, in effetti se si campa suonando ci si levano tante preoccupazioni e ci si dedica solo alla musica e io non voglio assolutamente dire che la bandabardò non possa farlo e gli altri sì. Il mio discorso è più mirato a qualità\prezzo: suonavano gratis in giro (lo spettatore non paga il biglietto, ma chi organizza paga gli artisti) e facevano dischi validissimi e i concerti erano grandi feste, ora che gli spettatori pagano, che i loro video passano su MTV, non li riconosco più nel gruppo che erano una volta e in tutto questo ci ha perso la loro musica. A mio parere, vengono amati più per ciò che hanno fatto in passato rispetto agli ultimi anni, e per questo ho detto che campano di rendita. Ovviamente, come dici tu, nessuno ci obbliga ad ascoltarli, a pagarli o cose del genere.. era solo un parere mio, se altri li supportano ancora non ho nulla da obiettare.


  14. Non potevo esimermi dal dire anch’io qualcosina riguardo al concerto del 1° maggio.
    Premetto che l’ho seguito a sprazzi poichè in quel bel pomeriggio ho preferito andare a gustarmi le meraviglie di Montecchio Medioevale ai Castelli di Romeo e Giulietta.
    Ci sono state anche cose carine dai tutto sommato: Chuck Berry in primis (visto che il mio suonare SURF prende spunto dal nonnetto!), qualche battuta di Rossi e un bellissimo ritornello dei Tete de Bois mi pare (AVANTI POP,ALLA RISCOOP,BANDIERA ROCK,BANDIERA ROCK!).Il resto si abbastanza scontato, con una Gerini frignona e confusionaria, che perdeva più tempo a far vedere il palco mobile che a pensare a dire anche cose sensate!
    Una provocazione: gli After sono stati i “baluardi” dei miei anni giovanili e li ho sempre seguiti, anche se con gli ultimi albums ho perso un pò il filo..Agnelli veramente è diventato un montato!del resto..TUTTO FA UN PO’ MALE..

  15. profmau Says:

    Grandi ragazzi! bella discussione…Io vorrei centrare il discorso sulla musica: i Modena musicalmente hanno poco da dire ormai penso, il progetto con tutto il suo contorno e i suoi ideali invece continuo a sostenerlo e seguirlo; la Banda fa ballare ripeto, come ricerca musicale sta rallentando e ripetendosi…è comunque molto piacevole per me…L’ultimo disco degli Afterhours è stupendo, ma dal vivo derto fanno venire un po’ i nervi con questo atteggiamento da grandi star cagone…Agnelli soprattutto…Non ho ben capito il pacco della PFM…

  16. fant0mas Says:

    Concordo su Agnelli, l’ultima volta che li ho visti live era davvero acido con il pubblico, con chi l’ha portato ad essere il cantante della, come ha detto la Gerini.. “più grande rockband italiana”. Non so se si stia creando questo tipo di personaggio un pò strafottente o qualcosa gli abbia dato alla testa, ma comunque massimo rispetto per tutti i membri degli Afterhours da parte mia.
    La PFM ha dato pacco? pensavo di essermela persa..

  17. profmau Says:

    pare che abbiano riunciato all’esibizione perchè erano a scaletta avanzata e rischiavano di restare fuori dalla diretta tv…o forse piuttosto perchè c’era Pagani in prima serata? bho mi fa strano cmq…

  18. mikyjpeg Says:

    x fantOmas
    Ok, pensavo stessi intendendo solo un discorso monetario Per quanto non vedo molto la differenza tra il fatto che paghi l’organizzazione anzichè il pubblico. Se ora paga il pubblico evidentemente le organizzazioni non sborsano più niente. Non so fino a che punto è una scelta degli artisti.
    Io sinceramente non sono mai stato un appassionato di folk, anche se proprio vicino a casa mia fanno l’unica festa folk (anzichè rock) dell’estate. E tornando al discorso di prima, quest’anno anche qui, al Riviera Folk Festival non possono portare quelli che avevano in mente perchè non ci sono soldi e così ripiegano su artisti meno conosciuti e più a portata.
    Off Topic: Giò (per chi lo conosce) fa parte dell’organizzazione quest’anno!

  19. fant0mas Says:

    In pratica mi stai dicendo che la PFM non ha suonato perchè Rivera, la Gerini e Paolo Rossi avevano da fare i loro siparietti? Comunque ho imparato a mie spese in una festa di Rifondazione che farsi piazzare a fine scaletta vuol dire prendersela in quel posto e suonare meno di tutti.. sta politicaaaa 😉

  20. mikyjpeg Says:

    Ci siamo spostati, commenta sul nuovo sito


I commenti sono chiusi.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: